Invia un messaggio allo Studio
Invia un messaggio!

Sedazione cosciente

La paura di sottoporsi ad un trattamento odontoiatrico è un dato ancora molto frequente, che non di rado induce a rimandare o rifiutare le necessarie cure dentistiche aggravando così il proprio stato di salute, per poi doverle affrontare in uno stadio d’emergenza con interventi talvolta assai più complessi e costosi.

Fortunatamente ad oggi esiste una soluzione concreta ed efficace. Negli ultimi anni è stata infatti introdotta ed adottata con successo anche in Italia la cosiddetta Sedazione cosciente, ovvero l’innovativa tecnica sedativa che ha rivoluzionato il mondo odontoiatrico conquistando una larga scala di pazienti e rendendoli ormai fiduciosi.

Che cos’è e a cosa serve la sedazione cosciente

La Sedazione Cosciente, anche detta Analgesia Sedativa, è una procedura che può essere utilizzata durante le terapie odontoiatriche per eliminare ansia, paura e stress, particolarmente indicata dunque per i pazienti odontofobici, ma anche per quelli che desiderano essere sottoposti alle cure dentali senza alcun disagio psicologico, oltre che per i bambini non collaboranti.

Tale tecnica non sostituisce i tradizionali anestetici locali, ma grazie al suo effetto ansiolitico è capace di ridurre il disagio del paziente durante il trattamento potenziando anche l’azione dello stesso anestetico locale.

Come agisce la sedazione cosciente

La sedazione cosciente sfrutta l’azione di una miscela di gas quali protossido d’azoto ed ossigeno, in grado di agire sul sistema nervoso centrale a livello talamico in zona limbica.

La procedura prevede che il paziente respiri tale miscela, in percentuali personalizzate, per mezzo di una mascherina nasale, e grazie ad essa già dopo pochi minuti sarà più tranquillo e rilassato.

Le capacità del composto sono infatti quelle di innalzare la soglia del dolore e desensibilizzare le muscose orali, riducendo al contempo il riflesso del vomito. Altro beneficio è la stabilizzazione della frequenza cardiaca, che rende tale procedura sicura anche per i pazienti ipertesi o con pregresse patologie cardiovascolari. Ma il paziente sarà, durante tutto il trattamento, sempre vigile, cosciente e collaborante.

Come detto, le percentuali di protossido d’azoto necessarie affinché si ottenga l’effetto ansiolitico desiderato, espresso come il benessere che il paziente percepisce, sono variabili per ogni individuo.

Per questo, secondo l’originaria tecnica del dott. Langa che per primo introdusse la Sedazione cosciente in America, negli anni ’30, dev’essere prevista una prima seduta chiamata “Titolazione”, durante la quale stabilire l’esatto quantitativo di protossido necessario all’effetto su quel preciso paziente. In tale fase, si inizia così con un’erogazione di ossigeno puro, che lentamente viene incrementato con il protossido d’azoto finchè non venga raggiunto il “Base Line” individuale, ovvero l’esatta dose di riferimento.

Al termine della seduta è prevista la somministrazione di ossigeno puro per qualche minuto, dopodichè il paziente è immediatamente in grado di lasciare lo studio dentistico in piena autonomia e addirittura di mettersi alla guida.

Nel nostro studio utilizziamo per la sedazione cosciente un dispositivo a controllo elettronico, che evita l’erogazione della miscela in mancanza di ossigeno rendendo la procedura ancor più sicura.

Se necessario, per i casi più difficili adottiamo anche una sedazione profonda, eseguita da uno Specialista Anestesista.

Sedazione cosciente: sicurezza e vantaggi

La sedazione cosciente è una tecnica assolutamente sicura e consolidata, molto leggera e non invasiva, che può essere adottata per qualsiasi trattamento. Questo la rende adatta a tutti, e sconsigliata solo in alcuni casi: le donne nei primi mesi di gravidanza, i pazienti respiratori orali,  quello affetti da infezioni polmonari, quelli in cura antidepressiva, quelli con gravi patologie psichiatriche e i tossicodipendenti.

Il protossido non presenta infatti controindicazioni, essendo un gas inerte non irritante e non tossico. Esso non da luogo ad allergie, non viene metabolizzato dall’organismo, e avendo poi un potere anestesiologico basso (motivo per il quale la sedazione può essere ripetuta anche più volte e per molte ore di seguito) gli effetti scompaiono alla sospensione molto rapidamente, permettendo di riprendere una normale attività.

Gli stessi macchinari adoperati per erogare la miscela di Anestetico Sedativo, appositamente studiati per uso odontoiatrico, risultano assolutamente sicuri in quanto: non possono erogare quantità di ossigeno inferiori al 30% (anche al minimo, quindi, superiore a quella dell’aria); sono provvisti di particolari sistemi di sicurezza che impediscono, ad esempio, di collegare in modo errato le bombole alla macchina; sono dotati di un particolare sistema ad infrarossi che monitorizza  costantemente il passaggio dell’ossigeno in mancanza del quale, in ogni caso, il respiratore si spegne (anche qualora semplicemente la bombola fosse vuota); prevedono un pulsante d’emergenza che consente di erogare tempestivamente, in caso di necessità, ossigeno puro.

Detto ciò, si comprende facilmente come la semplicità d’impiego, la non invasività e l’assenza di controindicazioni abbiano sancito il successo di questa metodica, permettendo ai pazienti di vincere ansie e paure e al dentista di svolgere il proprio lavoro senza ostacoli, con maggiore agilità e in minor tempo.

Su questo sito utilizziamo i cookies per raccogliere utili informazioni circa il suo utilizzo e migliorare ogni giorno l'esperienza di navigazione dei nostri utenti. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare l'informativa estesa nella pagina dedicata alla nostra Cookie Policy, dove potrai inoltre modificare o revocare il tuo consenso in qualsiasi momento. COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi