Clicca qui per inviare un messaggio!
Clicca qui per inviare un messaggio!

All On Six

L’“All on six” è una tecnica di implantologia altamente innovativa, che analogamente alla metodica “All on four” permette di risolvere con un intervento poco invasivo ed altamente efficace le problematiche estetiche e funzionali di chi ha perso tutti i denti di un’arcata.

La procedura “All on six” consente infatti l’inserimento di una protesi fissa in ceramica su soli 6 impianti, con un intervento semplice e veloce realizzato mediante l’utilizzo dell’implantologia computer assistita.

In che cosa consiste la tecnica “All on Six”?

La procedura prevede la realizzazione di un progetto virtuale dell’intervento con uno specifico software, capace tramite una RX DENTASCAN di riscostruire l’arcata 3d del paziente e di stabilire, in base al tipo di protesi, la lunghezza, il diametro, l’asse e dunque l’esatta posizione nella quale dovranno poi essere inseriti i sei impianti. Su questo studio preliminare si realizzerà infatti in seconda fase una dima chirurgica che, contenente tutte le informazioni necessarie, il giorno dell’intervento permetterà con grande agilità la collocazione degli impianti nella loro precisa sede, senza incisioni gengivali né suture.

Quali sono i vantaggi dell’All On Six?

I vantaggi dell’“All on six” sono numerosi. Anzitutto tale metodica, non necessitando di bisturi e punti di sutura, risulta assai poco invasiva, garantendo non solo assenza di dolore post-operatorio ma rendendosi anche soluzione ideale per quei pazienti che non possono sottoporsi ad interventi chirurgici maggiormente impegnativi.

Come l’”All on four” è poi un intervento rapido, in quanto grazie allo studio preliminare computerizzato la seduta chirurgica sarà breve e il paziente potrà già avere nello stesso giorno, e contestualmente all’inserimento degli impianti, una protesi fissa provvisoria che gli permetterà di riprendere normalmente la propria vita in attesa della protesi definitiva (realizzata dopo qualche mese).

Quali tipi di protesi vengono adottate?

La riabilitazione implantoprotesica che maggiormente si adatta a questo tipo di terapia è il P.I.B (Procera Implant Bridge), ovvero un particolare tipo di protesi fissa realizzata in zirconio-ceramica che ha come caratteristica primaria quella di poter essere avvitato sugli impianti anziché cementato,nel quale anche la flangia rosa di gengiva finta,viene realizzata in ceramica con risultati estetici eccellenti.L avvitamento consente una migliore manutenzione negli anni (in quanto in qualsiasi momento può essere rimossa dal dentista) e maggior vita per la protesi stessa.

Su questo sito utilizziamo i cookies per raccogliere utili informazioni circa il suo utilizzo e migliorare ogni giorno l'esperienza di navigazione dei nostri utenti. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare l'informativa estesa nella pagina dedicata alla nostra Cookie Policy, dove potrai inoltre modificare o revocare il tuo consenso in qualsiasi momento. COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi